Scheda: Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione

Dati Corso:

Classe:

58/S-Classe delle lauree specialistiche in psicologia

Sede:

TORINO

Docenti:

  • Prof. Laura BONICA
  • Prof. Renato MICELI
  • Prof. Paola Fausta Maria MOLINA

Obiettivi:

Obiettivi formativi specifici
Il corso di Laurea specialistica in Psicologia dello sviluppo e dell'educazione formerà uno psicologo che, sviluppando le conoscenze di base acquisite con la Laurea triennale e inserendole in una cornice teorica e metodologica più ampia, sia in grado di assumere un ruolo autonomo e dirigenziale nella conduzione di interventi volti a favorire lo sviluppo ottimale, con particolare attenzione ai momenti di transizione, nei contesti educativi, scolastici e in tutti i contesti deputati a promuovere l'educazione e lo sviluppo dell'individuo.
Il laureato in Psicologia dello sviluppo e dell'educazione dovrà in particolare:
- conoscere approfonditamente lo sviluppo e i modelli della psicologia dello sviluppo nel ciclo di vita, in modo da costruirsi un orientamento culturale critico nell'ambito della eterogeneità dei modelli psicologici;
- avere una conoscenza avanzata dei metodi della psicologia dello sviluppo nel ciclo di vita;
- saper condurre e coordinare un progetto di valutazione diagnostica, attraverso adeguati strumenti metodologici;
- saper condurre e coordinare un progetto di valutazione della qualità del contesto, in tutte le sue componenti (persone, attività, spazi, tempi), in relazione allo sviluppo, attraverso adeguati strumenti metodologici;
- possedere modalità di comunicazione efficace, sia a livello individuale che istituzionale, e saper coordinare interventi di équipe, anche multidisciplinare;
- saper comprendere e collocare il contesto scolastico ed educativo all'interno dell'ambiente più ampio in cui esso è inserito, e saper cogliere le criticità legate all'interazione fra i diversi contesti di vita dell'individuo;
- conoscere le regole della deontologia professionale, con particolare riferimento alle specifiche responsabilità deontologiche relative all'operare con persone in via di sviluppo;
- saper condurre progetti e interventi che rispettino le specificità individuali, con particolare attenzione alle differenze etniche e di genere;
- conoscere i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica, in particolare per quanto riguarda il loro utilizzo come strumenti di sostegno alle potenzialità comunicative e di crescita dell'individuo e di collaborazione all'interno della Comunità professionale e scientifica in cui opera;
- avere acquisito una conoscenza avanzata, in forma scritta e orale, di almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.

Caratteristiche:

La prova finale consisterà in un elaborato originale, che testimoni la capacità raggiunta dal laureato specialistico di condurre in autonomia interventi volti a favorire lo sviluppo ottimale, con particolare attenzione ai momenti di transizione, nei contesti educativi, scolastici e in tutti i contesti deputati a promuovere l'educazione e lo sviluppo dell'individuo. Nello svolgimento di tale elaborato il laureando dovrà dimostrare la piena padronanza dei saperi teorici e metodologici, nonché degli strumenti professionali, della psicologia dello sviluppo.
Tale elaborato potrà essere realizzato anche su supporto multimediale e verrà valutato in un esame finale da una commissione composta secondo le indicazioni dei regolamenti di ateneo.

Ambiti:

Il laureato in Psicologia dello sviluppo e dell'educazione potrà operare presso servizi scolastici, educativi e socio-educativi, sia pubblici che privati, così come presso organizzazioni del terzo settore, esercitando funzioni di elevata responsabilità; potrà inoltre operare come libero professionista e consulente.
Gli ambiti privilegiati di intervento sono qui di seguito specificati:
- promozione dell'efficacia educativa degli adulti,
- promozione del benessere e dello sviluppo ottimale,
- progettazione di servizi innovativi per la persona in via di sviluppo, con particolare attenzione al lavoro di rete,
- valutazione e certificazione della qualità,
- counseling e orientamento scolastico e professionale,
- diagnosi psicologica e supporto agli interventi psicologici e riabilitativi, per quanto riguarda la loro gestione nel contesto di vita del soggetto,
- ricerca psicologica ed educativa.

Base:

Attività di Base

Discipline antropologico sociologiche, filosofico pedagogiche e biologico tecniche (CFU 20)

  • M-PED/01: PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE

  • SPS/07: SOCIOLOGIA GENERALE

Discipline psicologiche (CFU 35)

  • M-PSI/03: PSICOMETRIA

  • M-PSI/04: PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E PSICOLOGIA DELL'EDUCAZIONE

Totale CFU Attività di Base 55

Caratterizzanti:

Attività Caratterizzanti

Psicologia dello sviluppo e dell'educazione (CFU 85)

  • M-PSI/04: PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E PSICOLOGIA DELL'EDUCAZIONE

Psicologia dinamica e clinica (CFU 10)

  • M-PSI/07: PSICOLOGIA DINAMICA

Psicologia generale e fisiologica (CFU 25)

  • M-PSI/01: PSICOLOGIA GENERALE

  • M-PSI/02: PSICOBIOLOGIA E PSICOLOGIA FISIOLOGICA

  • M-PSI/03: PSICOMETRIA

Psicologia sociale e del lavoro (CFU 20)

  • M-PSI/06: PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI

Totale CFU Attività Caratterizzanti 140

Affini:

Attività Affini o integrative

Ambito delle discipline economiche e sociologiche (CFU 10)

  • IUS/07: DIRITTO DEL LAVORO

Ambito delle discipline linguistiche, storiche, filosofiche e pedagogiche (CFU 5)

  • M-DEA/01: DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE

Ambito delle scienze biologiche e mediche (CFU 5)

  • BIO/09: FISIOLOGIA

Ambito scientifico-tecnologico e dei metodi quantitativi (CFU 10)

  • INF/01: INFORMATICA

Totale CFU Attività Affini o integrative 30

Altre:

Altre attività formative

A scelta dello studente (CFU 20)

Per la prova finale (CFU 30)

Altre (art. 10, comma 1, lettera f )

Tirocini CFU 25

Totale CFU Altre attività formative 75